Calabria, Campania, Viaggio 2014

18-24 luglio: da Paestum a Torre di Ruggiero, ultimi giorni

Eravamo rimasti a Paestum, nel bel mezzo degli scavi archeologici.
La mattina del 18 luglio si riparte, diretti a Tortora, dove incontreremo Biagio Accardi.
Sappiamo ormai che sarà l’ultima settimana di viaggio. Tristi? Non ancora, ci aspettano altri incontri. Ma consapevoli che il viaggio è alla fine, sì. Ignari, però, che dovremo affrontare ancora una delle tappe più impegnative. Senza dubbio la Calabria ci riserva molte sorprese!

Continua a leggere

Standard
Campania, Notizie dai territori

Agropoli, la lotta all’erosione costiera a suon di pennelli (viva #No Tonz!)

Che cosa ci raccontavano quest’estate gli amici #No Tonz a proposito dei pennelli antierosione?

Tra “I No che aiutano a crescere” abbiamo raccolto anche l’esperienza del “comitatino” campano, nato nei paesi che si affacciano sul Golfo di Salerno interessati dall’erosione della costa, fenomeno alquanto naturale, favorito però dal riscaldamento globale.
I No Tonz sostengono da tempo che i pennelli antierosione che il progetto regionale vuole installare nelle acque marine non risolverebbero il problema.
E questo articolo, che proprio loro ci hanno segnalato, lo conferma.

Mi sa tanto che gli italiani, popolo circondato dal mare, fra non molti anni diventeranno tutti montagnini. 😛


Ecco l’articolo dal quotidiano La Città di Salerno:

AGROPOLI. «La barriera antierosione al Lido Azzurro non ha avuto gli effetti sperati; anzi, la spiaggia davanti al mio lido è completamente sparita». Ad affermarlo Carlo Scalzone, titolare del Lido Azzurro sito in via Kennedy ad Agropoli: «il mio lido è stato quello più penalizzato dopo gli interventi di difesa dall’erosione della costa e dell’abitato: basta fare un raffronto con il 2014, si noterà che se la spiaggia davanti al mio stabilimento l’anno scorso era di dieci metri ora ne misura quattro».


Continua qui 

Standard
Campania, Viaggio 2014

12-17 luglio: da Napoli a Eboli, via Carpineto

La mattina del 12 luglio si saluta Scampia e si riprendono le bici per scendere a Napoli e da lì pedalare in direzione Fisciano.
Scendere, sì, avete capito bene! E stavolta, seguendo i consigli di Francesco, il Giramondo, ce la godiamo ancor di più: da Piscinola fino a Spaccanapoli è una scesa piacevole che attraversa il cuore pulsante di questa città piena di contraddizioni.
Il caldo si fa sentire sul serio, ma la vista del mare ci rinfresca. Sosta in via S.Biagio dei Librai per recuperare le valigie, ma soprattutto per dare l’ultimo morso alla sfogliata! Continua a leggere

Standard
Campania, Lazio, Viaggio 2014

10-11 Luglio: Napoli e Scampia

Salutati gli amici di Velletri e di Giulianello è tempo di rimettersi in sella.

Il giro #2RR è nato con la precisa intenzione di esplorare i piccoli comuni, l’Italia “minore” trascurata dalla rete ferroviaria, e a parte le brevi escursioni a Genova e a Roma, abbiamo evitato le grandi città.

Ma l’invito ricevuto da Barbara era di quelli che non si possono rifiutare. Conoscevamo già il lavoro della ONG che rappresenta, Chi rom… e chi no, attraverso Italia che cambia, e abbiamo avuto occasione di ascoltarla dal vivo nel corso del sempre più galeotto Festival della Viandanza. Uno scambio di numeri e l’appuntamento è fissato “tra circa due settimane”, così si schedula quando si viaggia lenti. A Napoli dunque! Continua a leggere

Standard
#2RR su Italia che Cambia, Calabria, Campania, Ciclofficina delle idee, Umbria

2 Ruote di Resistenza: il ritorno, per ora

Termina con questo pezzo la “cronaca parallela” del nostro viaggio scritta per Italia che Cambia. Ora riprenderemo il normale diario di viaggio, oltre alle novità autunno-inverno 😉


Per la prima volta dall’inizio della collaborazione con Italia che Cambia, il team di #2RR si ritrova a scrivere da casa! Una situazione di stanzialità inedita dopo quasi tre mesi di viaggio. Sensazione curiosa: il solido e affidabile computer casalingo al posto della tastierina volatile del notebook (e una connessione non affidata al capriccio dei venti); la certezza di dove si dormiranno le notti successive; la routine casalinga che fa pericolosamente capolino… La dimensione del viaggio accende i sensi e la percezione delle cose, dei luoghi, delle parole e delle persone. Rigenera e richiede energia allo stesso tempo. Occorre mantenersi lucidi, ma non permettere a quella luce di spegnersi del tutto.


Continua su: http://www.italiachecambia.org/2014/09/2-ruote-di-resistenza-ritorno-per-ora/

Standard