image

Annunci
Notav-Nogoii, Post al volo, Veneto

14/7 #Biciclettatanotav a Dolo

Immagine

image

Notav-Nogoii, Post al volo, Veneto

14/7 #Biciclettatanotav alla conquista di Padova!

Immagine
Notav-Nogoii, Post al volo, Veneto

La #Biciclettatanotav all’incontro con comitato ferrovieri a Vicenza

Serata di incontri a Vicenza. Siamo nella palestra del Centro Sociale Bocciodromo, nel quartiere ferrovieri, dove siamo stati ospiti per la sera. Tutti svegli e pronti per partire.
Ieri sera ci siamo confrontati con i rappresentanti di questo comitato e con un folto numero di abitanti del quartiere: dal dicembre 2014 è stato discusso in comune il progetto sulla linea tav in città, che dovrebbe interessare la parte est della città. Il progetto prevede anche la chiusura della stazione in centro città e il potenziamento delle due in periferia. Peccato che i pendolari non potrebbero più usufruire della prima, i cui binari sarebbero completamente interrati.
Il comitato ferrovieri chiede lo stop del progetto, anche perché -pensate un po’- non ci sarebbero i soldi per la completa realizzazione! Lo studio di fattibilità è stato appena votato, ma Vicenza è anche città Unesco. Cosa fare?
Promemoria: intanto, illustrare concretamente ai vicentini il concetto di battitura, di cui i valsusini sono molto esperti! 🙂

Siamo in partenza, circondati da una suggestiva archeologia industriale: proprio accanto a noi, in un parco abbandonato (di proprietà Pirelli) ci sono le rovine della Lanerossi, una delle più importanti fabbriche tessili italiane.

image

image

Scritto in viaggio

Standard
Notav-Nogoii, Post al volo, Veneto

#Biciclettatanotav qui Peschiera del Garda, Verona

Stiamo scrivendo da Verona, siamo appena arrivati alla base cittadina No Tav. E siamo in attesa del pranzo!
Stamattina abbiamo lasciato il campeggio di Lonato intorno alle 8.30 per raggiungere Peschiera del Garda. Guide No Tav ad ogni angolo, prima di entrare in città e poi sulla statale verso Verona. Arduo pedalare nel ricco Nord-Est, questa è l’impressione, dopo che un camion ci ha tagliati la strada in entrata sulla Statale. Sembra di essere sule strade della bassa Langa, quella dell’agroindustria, o anche sulla Pontina, famosa per i suoi incidenti mortali. Qui si lavora sul serio, mica si perde tempo a fare i gadàn in bici! E perciò il traffico non dà tregua!

Dopo pranzo: siamo delle bistecche al sole quasi pronte per partire. Quasi! Si chiacchiera piacevolmente, al canto delle cicale, sulla realtà di lotta della Val Susa: la curiosità da parte degli altri è sempre tanta, soprattutto legata al fatto che l’informazione ufficiale nel Paese viaggia in tutt’altra direzione. Sentire che la gente della Valle non si stanca di resistere alla devastazione del suo territorio dà molta fiducia, soprattutto alle generazioni più giovani.

Chi gioca a carte, chi chiacchiera, chi legge, chi è steso all’ombra a riposare: non sembra che il gruppo abbia voglia di ripartire ben presto 🙂
Ma fra poco ci tocca: dobbiamo raggiungere Vicenza entro sera e dobbiamo ancora affrontare circa 45 km.

Ieri sera, già in tenda, abbiamo concluso il report della giornata, ma abbiamo avuto dei problemi di linea e per ora non siamo riusciti a recuperare la bozza, appena ce la faremo sarà pubblicata.

Frank in tallbike

A più tardi!

wpid-2ruote_20150713081538268.jpg

Scritto in viaggio

Standard